Chi sono

Antonio Cessari è una scoperta recente nel panorama dei compositori italiani.
Certamente non più giovane, ha però sempre avuto la passione per  la musica e in particolare per la composizione.

chitarra-1978

Ha trascorso la maggior parte della sua vita, come molti, lavorando e seguendo la famiglia mantenendo nel cuore questa sua forte predisposizione e amore per la musica.

La sua “doppia anima” lo ha così spinto ad esibirsi come cantautore sul finire degli anni settanta.
Sia tra le parole che nelle sonorità troviamo questa sua esistenza di “uomo normale”.
Nei suoi versi è chiaro il messaggio di chi ha vissuto con il desiderio che il mondo migliorasse, sopportando sulle proprie spalle la pesantezza della vita quotidiana.

La musica orecchiabile esprime sentimenti di quiete e di serenità, ma anche angoscia e a volte malinconia.
Le aspirazioni, i sogni, i desideri si affacciano sul suo mondo che è tra il semplice ed il complicato.

Spesso brani di Antonio Cessari sembrano essere quasi didascalici: per l’intensa vita avuta è forte in lui infatti la voglia di consigliare e dare un aiuto.

A volte l’ingenuità sconcertante che lo contraddistingue lo porta quasi a somigliare ad un ragazzo che ama sognare, la purezza dei sentimenti e una raffinata sensibilità però ci fanno intuire la sofferenza che ha forse patito nella vita.

Non mancano nei suoi pezzi momenti di grande suggestione con ritmi ad ampio respiro ed antiche atmosfere: si respira il colore della giovinezza, toni vibranti si arricchiscono di altri più sommessi, spesso intimi, struggenti ed appassionati, ma si segnalano anche accenti più rabbiosi e aggressivi, senza tralasciare sarcasmo e ironia,.
A volte sembra di trovarsi di fronte ad un poeta e la figura del musicista sembra farsi un po’ da parte oppure diventare un tutt’uno proprio con quella del poeta .

Testi mai banali o pretenziosi, parole semplici quanto colme di significato, emozioni: gli stati d’animo dell’artista ci regalano immagini che, con lucida intuizione e  sensibilità, trae dalla vita, dalle sue passioni e dalle sue contraddizioni.
Lo stile musicale che, di contro, spesso si fonda su ritmi orecchiabili e ballabili diventa sognante per farci estraniare dalla realtà descritta nella stessa trama poetica.
….. Entriamo un po’ nel suo mondo ….. che le sue emozioni possano rapire anche noi, portandoci fuori per qualche attimo dalla vita di tutti i giorni!

Piero Vittoria

figuraintera-2010

 

2 thoughts on “Chi sono

  1. Ciao Antonio
    Sono Beppe Crovella, musicista, compositore e produttore.
    Ti scrivo perche’ ho visto che sei stato al Festival dell’Unita di Catanzaro nel 1976.
    A quel festival ero presente, con il mio gruppo , gli “arti & mestieri”:
    Volevo chiederti se hai ricordi la data di quell’occasione, articoli di quel festival o altro relazionato, che sto scrivendo un libro e sto cercando documentazione di quel periodo
    Grazie infinite dell’attenzone,
    Beppe

    • Egregio Beppe, solo adesso ho visto la tua richiesta. Purtroppo non ho niente al di là del ricordo. Io mi trovavo a Catanzaro in quell’epoca perché lavoravo in banca e non per musica. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *