L’impiegato

Antonio Cessari è nato ad Avella (AV) il 2 agosto del 1942, da Vittorio e Francesca Stile, primo di quattro figli

(gli altri tre Alfonso, Maria Rosaria, Ida).

ilmattino4agosto1942

Nei primi sette anni di vita è rimasto ad Avella, nel 1949 è giunto a Napoli dove è vissuto per circa

cinquant’anni. Nel capoluogo partenopeo ha conseguito la maturità classica e due lauree, una in giurisprudenza e l’altra in

sociologia. Ha lavorato per un breve periodo presso la S.A.I.E. e l’Alleanza Assicurazioni, per tre anni presso la

Farmaceutici Midy e, per circa trent’anni, presso il Banco di Napoli.

È vissuto per lavoro anche a Salerno, Catanzaro ed Ancona.

Ha due figli, Vittorio e Francesca.

Ora vive da qualche anno a Pescara con la moglie: Maria Assunta Tomassone.

Il suo hobby è il bridge.

Piero Vittoria

 

al cellulare con la fontana della reggia di Caserta

cascatedacqua

Riccione Hotel Cristallo

conmogliedifrontehotelcristallo

Cetraro Hotel San Michele

conmoglieeterrazzasulmare2

Orvieto Pozzo di San Patrizio

figurainterainvernale

reggia di Caserta laghetto di venere

conmoglievicinoatorrente

e Venere l’accoglie….eccezionalmente

constatua

matrimonio 21 agosto 2010

immagini001

 

Totò… cerca casa

Gli amici a volte chiamano Antonio anche Antò, Tonino, Tony, Totò. A questo ultimo nome si potrebbe simpaticamente aggiungere: cerca casa, come dal titolo del noto film “Totò cerca casa”, visto lo strano record personale, dopo aver cambiato, finora, il suo domicilio ben ventiquattro volte. Il cambio di queste abitazioni, di solito panoramiche o vicine al mare, denota, da un lato, una certa irrequietezza, tipica di uno spirito artistico e libero e, dall’altro, un animo poetico desideroso di spaziare tra i colori del mare, del cielo e di una fulgida campagna. Come un pittore che per comporre i suoi acqerelli paesaggistici trova ispirazione da ampi spazi panoramici.

1942-1948 Avella (AV), Corso Vittorio Emanuele, nel palazzo dei suoi avi che guardava una verde collina.

1949-1966 Napoli, Via Pignatelli, nel centro a Spaccanapoli, si vedeva San Martino.

!967-1970 Napoli, Corso Vittirio Emanuele, attico panoramico sul golfo.

1971 Salerno, Corso Garibaldi, palazzo della SITA.

1972 Salerno, Torre Angellara, piano terra a pochi metri dal mare.

1972 Salerno, Corso Garibaldi, panoramico sul golfo.

1973-1975 Catanzaro Lido (CZ), si vedeva il mare anche dal bagno di servizio.

1975 Napoli, Piazza Bernini, al centro del Vomero.

1975 Napoli, Piazza Leonardo, ultimo piano panoramico sul porto.

1976-1983 Napoli, Via A. Mancini al Vomero, panoramico sul golfo di fronte a Capri.

1984-1989 Napoli, stessa strada, stesso panorama ma una casa più grande.

1989-1991 Ancona, Viale della Vittoria (sul Passetto), però dall’abbaino si vedeva il mare.

1992-1996 Napoli, di nuovo a via Mancini.

1996 Napoli, Via Palizzi, panorama stupendo sul golfo da Sorrento a Posillipo con Capri di fronte.

1997 Napoli, stessa strada, stesso panorama un piano più alto

1998 Napoli, Viale Michelangelo, al centro del Vomero.

1998-2000 Napoli, di nuovo a Via Palizzi, stesso panorama ma una casa più grande.

2001 Licola (NA), in una villa con ampio terrazzo a livello, panoramico sul mare.

2002 Isernia, Via dei Pentri, panoramico verso la collina di Pesche.

2003-2005 Isernia, Via Pansini, attico con grande terrazzo panoramico sulla collina e sul fiume Sordo.

2006 Gaeta (LT), Corso Europa, sufficientemente panoramico.

2007-2009 Montesilvano (PE), sulla pineta a pochi metri dal mare.

2009 Pescara, Via Ariosto, a pochi metri dal mare.

2010-ad oggi Pescara, al centro, abbastanza panoramico ma sui tetti e solo un pò di mare.

I miei figli

cessariweb

figli

Qualche anno fa

figurainteraocchialisole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *